Se le destre vinceranno le regionali pretenderanno la testa di Conte la sera stessa. Così dopo aver sciacallato per tutta la pandemia potranno tornare al potere col sereno, gestire i soldi europei della ripartenza e prendersi pure tutti i meriti. Conte e tutta la maggioranza non lo devono permettere. Se queste destre vogliono il potere se lo devono sudare. A far nascere il secondo governo Conte fu anche la paura di un Salvini che farneticava di pieni poteri. In un anno Salvini ha perso milioni di voti ma a favore di una rediviva Meloni. Il sovranismo è ancora tutto lì. Con le sue ombre neofasciste e con un leader designato Salvini che nell’ultimo anno ha confermato la sua totale inettitudine a ricoprire la carica di Presidente del Consiglio. Se in Italia governasse il sovranismo con la pandemia avremmo fatto la drammatica fine del Brasile a furia di protagonismi e negazionismi assortiti. Politicamente avremmo invece fatto la fine degli Stati Uniti scivolando in una guerra civile strisciante. Con le strade piene di cittadini prima divisi e poi aizzati gli uni contro gli altri. Il sovranismo si sta rivelando in tutto il mondo una pericolosa sciagura. Tutte quelle paure, tutti quei muri, tutta quell’odio alla fine stanno generando solo leadership incapaci e irresponsabili, caos politico e risse sociali continue. Se in Italia governasse il sovranismo saremmo poi economicamente sull’orlo del baratro a furia di aprire e chiudere anche noi a seconda degli umori del sovrano. E saremmo isolati in Europa in quanto vittime di rigurgiti nazionalistici e invece che il Recovery Fund ci ritroveremmo con qualche genio padano a blaterare d’Italexit e sperare che lo zio Putin tiri fuori qualche rublo dal portafoglio. È passato solo un anno dalla nascita del secondo governo Conte e il sovranismo fa ancora più paura. La pandemia ha fatto emergere la sua vera essenza nei paesi in cui tiene le redini. Alle regionali le destre hanno però buone possibilità di vittoria per il semplice fatto che si presentano unite mentre la maggioranza è divisa. Tutta colpa del Pd. Se vuoi fare un’alleanza con una forza giovane ed innovativa come quella del Movimento allora ti devi adeguare ai tempi. Ti devi dare una svecchiata e pure una ripulita. Non puoi puntare sugli stessi poltronosauri e le stesse giurassiche logiche clientelari. Il Pd non voleva un’alleanza col Movimento, voleva comprometterlo per portargli via voti. In attesa di sviluppi più seri, alle regionali bisognerà reggere il colpo. Se le destre vinceranno pretenderanno la testa di Conte la sera stessa. In nome di un popolo che è tutto dalla loro parte e di un governo abusivo arroccato nei palazzi. Così dopo aver sciacallato per tutta la pandemia potranno tornare al potere col sereno, gestire i soldi europei della ripartenza e prendersi pure tutti i meriti. Conte e tutta la maggioranza non lo devono permettere. Se queste destre vogliono il potere se lo devono sudare.

Tommaso Merlo